Trader: “Di quale stile cognitivo sei?” – Risultato Test

Risultato Test

 

Pensatori Analitici contro Pensatori Olistici.

Bene, avete disegnato il vostro rettangolo e la seguente linea verticale all’interno?

Scopriamo insieme i diversi significati.

Lo stile Cognitivo normalmente oscilla tra due estremi:
il pensiero analitico e il pensiero olistico.

Questo sopra è il rettangolo che, più o meno dovreste aver disegnato.

Come avete disegnato la linea verticale all’interno?

Se la linea l’avete allineata con i bordi del rettangolo (ad esempio [Fig.1]), c’è una buona probabilità che siate un pensatore analitico, caratterizzato dal fatto,  che avete preso in esame la cornice esterna del vostro rettangolo come unico riferimento.

Se, d’altra parte, avete disegnato la linea, lungo l’asse nord-sud del vostro foglio di  carta, piuttosto che del rettangolo [Fig. 2], allora avete maggiori probabilità di appartenere a coloro che  hanno un approccio di tipo olistico, quindi più interiore e destinato a diventare indipendente dall’ambiente circostante.

Diamo un’occhiata generale, a ciascuno dei due profili.

Pensatori analitici: artigiani, mattone su mattone.

I Pensatori Analitici, dipendono principalmente dalla struttura dell’ambiente in cui vivono, funzionano meglio quando le regole e le aspettative sono chiaramente definiti. Essi tendono a trovare le loro personali motivazioni, attraverso fonti esterne e prosperano nell’interazione sociale.

Come un esperto artigiano, i pensatori analitici sono molto più in sintonia con i piccoli dettagli. Quando essi ricercano un soggetto, gli analitici tendono a concentrarsi, ad esempio, su argomenti secondari, seguendo una progressione logica che va dall’uno, all’altro. Come suggerisce il nome, sono abili ad analizzare le piccole parti degli elementi, ma sono normalmente inferiori quando si tratta d’integrare piccole parti, in un quadro completo, molto più grande dell’insieme delle singole parti.

Pensatori olistici: visionari, il quadro completo.

I Pensatori Olistici, dall’altra parte, eccellono nel comprendere, come i grandi pezzi s’incastrano gli uni negli altri. Sono dei veggenti che possiedono una specie di vista dall’alto. Intrinsecamente motivati, gli olistici, prosperano in ambienti flessibili, in cui sono liberi di perseguire i propri interessi seguendo il proprio ritmo.

Quando affrontano un argomento, immediatamente cercano di comprenderne il quadro generale della situazione, in cui è inserito, preferendo una visione secondo loro più equilibrata e che li aiuti a mettere a fuoco il contesto generale. Gli Olistici hanno però a volte difficoltà, nel cogliere la distinzione e le differenze tra i diversi singoli elementi che compongono il quadro generale stesso.

E allora?

Analitici e Olistici, si approcciano ai loro compiti in modo molto diverso.

E tu, come osservi i grafici della tua piattaforma?

Sei analitico o Olisitco?

Scopri di più insieme a noi…

firma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.